Home » Alcuni stati d'animo

Alcuni stati d'animo

Gli stati ansiosi

Gli stati ansiosi -  Elisa Filidoro Psicoterapeuta

Percepire uno stato ansioso è una delle esperienze più comuni. Ognuno di noi, in qualche frangente della vita, ha avvertito quel malessere che si esprime con inquietudine, respiro affannoso, battito cardiaco accellerato. Quando ci troviamo in situazioni di pericolo, oppure quando dobbiamo affrontare una "prova", un esame, una competizione sportiva cui teniamo molto, è "normale" l'attivazione dei sistemi regolatori dell'ansia per far fronte alla situazione con il massimo della vigilanza. Nei casi descritti l'ansia è una risposta "normale" dell'organismo, attivata su basi neuro-fisiologiche, finalizzata al superamento del compito che ci attende. Quando però quel malessere prima descritto si accentua in maniera tale da impedire, piuttosto che favorire, la buona riuscita della "prova", si tratta di una risposta ansiosa "patologica". Quando invece lo stato d'ansia è un vissuto sempre presente, fino a dominare la nostra vita; quando per lo stato ansioso si ha la sensazione di vivere in continuo stato di agitazione e inquietudine, indipendentemente dalle situazioni che ci troviamo ad affrontare, si tratta di "ansia patologica". 

A volte, associato allo stato ansioso, si può percepire uno stato di leggera malinconia oppure di tristezza; in questi casi allo stato d'ansia è collegato uno stato di abbassamento del tono dell'umore. (stato depressivo) 

Gli stati depressivi

Gli stati depressivi -  Elisa Filidoro Psicoterapeuta

Essere tristi in alcuni frangenti della vita è una esperienza comune. Si è tristi quando qualcosa non è andata come avremmo voluto, quando abbiamo avuto un litigio con una persona cara, quando un desiderio cui tenevamo molto non si è realizzato, oppure una persona cara ci ha lasciati, per abbandono o morte. Di solito questi stati di tristezza, più o meno intensi, sono di carattere transitorio, essendoci di norma, dopo un periodo di tristezza, un ritorno all'umore abituale. Quando invece lo stato di tristezza tende a protrarsi nel tempo e a farsi più intenso, quando si perde l'interesse per ciò che prima dava piacere, quando ci si sente inadeguati o indegni, quando la vita stessa sembra perdere di senso e di valore, si tratta di tristezza "patologica", comunemente detta "depressione". Alla depressione si può associare ansia, insonnia, calo dell'appetito e della libido, dimagrimento intenso.